SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Coltelli da macellaio e pistole giocattolo, per rapinare farmacie ed esercizi commerciali, due arresti

I carabinieri avrebbero raccolto gravi indizi di colpevolezza in relazione a due rapine a mano armata, commesse nel territorio di Ostia Antica nel dicembre scorso. Nella prima, ai danni di una farmacia un uomo si era fatto consegnare 600 euro dalla titolare.

printDi :: 18 febbraio 2022 18:09
Coltelli da macellaio e pistole giocattolo, per rapinare farmacie ed esercizi commerciali, due arresti

(AGR) Coltelli da macellaio e pistole giocattolo le armi in possesso di due rapinatori fai da tè...due 50enni, già noti per i loro precedenti, indagati per il reato di rapina pluriaggravata. Il provvedimento cautelare giunge a conclusione di una attività info-investigativa condotta dai Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, mediante l'analisi di sistemi di videosorveglianza, testimonianze e controlli del territorio, attivtà che ha consentito ai militari di raccogliere gravi indizi di colpevolezza in relazione a due rapine a mano armata, commesse nel territorio di Ostia Antica nel dicembre scorso.I due sono già indagati per altre rapine, soprattutto in danno di farmacie ed esercizi commerciali, per una delle quali, il 21 dicembre scorso, erano stati anche arrestati in flagranza di reato. L'attività investigativa condotta dai Carabinieri della Stazione di Ostia Antica ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a loro carico in ordine anche ad altre due precedenti rapine, durante le quali erano riusciti a far perdere le loro tracce.

La prima rapina in danno di una farmacia dove un individuo brandendo un coltello da macellaio si era fatto consegnare dalla titolare 600 euro in contanti dalla cassa e la seconda, due giorni dopo, vittima una ragazza 20enne che camminava a piedi alla quale era stata puntata una pistola, poi rivelatasi giocattolo e costretta a consegnare il denaro contante in suo possesso e una carta Postpay.Una serie di rapine, in un periodo di tempo ristretto, nelle quali fortunatamente nessuno è rimasto ferito. I due uomini sono stati associati al carcere. Si precisa che gli indagati sono da ritenersi presunti innocenti, in considerazione dell'attuale fase del procedimento delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE