SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

A Campi Bisenzio i Carabinieri Forestali individuano un fabbricato contenente 500 sacchi di scarti tessili

Sequestrato il locale e i rifiuti e denunciato l’affittuario cinese

printDi :: 30 novembre 2020 12:51
A Campi Bisenzio i Carabinieri Forestali individuano un fabbricato contenente 500 sacchi di scarti tessili

A Campi Bisenzio i Carabinieri Forestali individuano un fabbricato contenente 500 sacchi di scarti tessili

(AGR) Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Ceppeto – Sesto Fiorentino (FI), durante un servizio di controllo del territorio, si recavano in Comune di Campi Bisenzio (FI) e, transitando di fronte ad un ingresso laterale di un fabbricato, notavano il portone d’ingresso aperto. All’interno dell’immobile si trovava una persona di nazionalità cinese e i carabinieri forestali scoprivano un magazzino, suddiviso in due vani contigui e comunicanti, dove era stoccato un ingente quantitativo di sacchi, contenenti ritagli tessili, derivanti dall’industria tessile. Il quantitativo era stimato in circa cinquecento sacchi del peso di circa trenta chilogrammi ciascuno, per complessivi centocinquanta quintali. Alle richieste dei militari il soggetto identificato non forniva l’identità di eventuali altri soggetti coinvolti né di committenti o indicazioni relative alle fasi di trasporto e deposito dei rifiuti; né era in grado di fornire la documentazione autorizzativa allo stoccaggio/messa in riserva di rifiuti speciali. Lo stesso si limitava a mostrare ai militari il contratto di locazione stipulato da un anno tra lo stesso e il proprietario dell’immobile. Considerato che gli scarti tessili sono rifiuti speciali non pericolosi e il sito di stoccaggio non può essere considerato quale deposito temporaneo dei rifiuti (che sarebbe consentito) perché non collegato con l’attività di produzione degli stessi, tale stoccaggio rappresenta una fase della gestione dei rifiuti soggetta ad autorizzazione. Ma la persona presente non era in grado di fornire ai militari documentazione o elementi che inducessero a considerare il deposito lecito. Dunque il fabbricato ed i rifiuti sono stati posti sotto sequestro, anche per il potenziale pericolo per l’innesco di incendi, costituito dal cumulo di scarti tessili, e l’affittuario è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Firenze per gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi. 30/11/2020 12.46 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze. 

Foto da comunicato

Tratto da Met - http://met.cittametropolitana.fi.it/

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE