SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Giochi Mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi.

print05 marzo 2019 17:17
Giochi Mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi.
(AGR) Tutto è pronto per lo straordinario viaggio della delegazione italiana composta da 157 persone, di cui 115 atleti, per i Giochi Mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi. Inizierà da Roma dove, a partire da domani, 6 marzo, la delegazione si riunirà per presenziare ad una serie di importanti incontri istituzionali prima della partenza per gli Emirati Arabi: alle ore 18.00 verrà ricevuta a Palazzo Madama dalla Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, il giorno successivo, giovedì 7 marzo, si svolgerà invece la Conferenza stampa di presentazione della Delegazione alla presenza del Presidente del Coni, Giovanni Malagò, e del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli. Si terrà, come da tradizione, nel Salone d’Onore del CONI alle ore 10.00. Subito dopo, alle ore 13.00, la Delegazione sarà accolta nella Sala della Lupa, al Palazzo Montecitorio, per il saluto del Presidente della Camera, Roberto Fico, del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, del Sottosegretario con Delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, del Sottosegretario Simone Valente e del Ministro della Famiglia e delle disabilità, Lorenzo Fontana.

L'attenzione da parte delle Istituzioni, così come della stampa, donerà quel valore aggiunto imprescindibile ad una trasferta così carica di profonda umanità, portatrice di un messaggio culturale che infonde coraggio e speranza di poter vivere presto in un mondo migliore in grado di accogliere ogni diversità, incoraggiandola ad esprimersi un tutta le sue potenzialità.

Dal 14 al 21 marzo, oltre 7mila atleti provenienti da ogni parte del mondo, saranno impegnati in 24 discipline sportive. I 115 Azzurri gareggeranno nelle seguenti: atletica, badminton, bocce, bowling, calcio a 5 unificato, calcio a 7 unificato, equitazione, ginnastica artistica e ritmica, golf, equitazione, pallacanestro unificata e tradizionale, pallavolo unificata, nuoto, nuoto in acque libere, tennis, tennistavolo. Porteranno in alto i colori del nostro Paese e saranno protagonisti di una grande rivoluzione di prospettiva che, attraverso lo sport, toccherà temi fondamentali del nostro tempo come l'accettazione di tutte le diversità e la piena inclusione."Non esiste posto migliore di Abu Dhabi per invitare il mondo ad unirsi e celebrare lo sport, celebrare le persone di tutte le culture e per dimostrare al mondo che le barriere culturali possono essere cancellate - ha detto Timothy Shriver, Presidente di Special Olympics International - Siamo entusiasti all’idea che siano i primi Giochi Mondiali organizzati nell’area Medio Orientale del mondo”.

Lo sport, ancora una volta, è lo strumento migliore per offrire l'opportunità alle persone con disabilità intellettive di mettere in campo tutte le loro capacità. Lo sport unificato, che per l'Italia ai Giochi Mondiali di Abu Dhabi vedrà giocare insieme, nella stessa squadra, atleti con e senza disabilità intellettive nel basket, nelle bocce, nel bowling, nel calcio e nella pallavolo, dimostrerà quanto in fondo sia semplice abbattere ogni stereotipo e pregiudizio con un semplice passaggio di "pallone", icona del Movimento Special Olympics in tutto il mondo.

Special Olympics Italia in vista del più grande evento sportivo ed umanitario del 2019, i Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi, ha lanciato la Campagna di raccolta fondi "Adotta un Campione" con l’obiettivo di coprire le spese della trasferta degli Atleti italiani all’evento.A tal fine su www.ioadottouncampione.it, la piattaforma di crowdfunding dedicata, è ancora possibile effettuare una donazione libera.Tanti personaggi del mondo dello sport, musicale e dello spettacolo, sono scesi idealmente in campo per donare e sensibilizzare i propri followers attraverso la realizzazione di un video messaggio pubblicato sui social network

Tante le aziende, gli Enti e i Comuni presenti sul territorio che hanno contribuito sostenendo i costi di questa trasferta e condividendo fermamente la Mission del Movimento Special Olympics. La storia di ogni atleta merita di essere raccontata e condivisa, un'opportunità di rivalsa, un epilogo che sorprende e ancora tante pagine bianche da scrivere: un nuovo inizio.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE