SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino, salgono i positivi, ristoratori: si dia il quadro reale dei contagi

L'associazione ristoratori del lungomare: solo pubblicità negativa. Aumentano i positivi, ma accanto ai quotidiani annunci di peggioramento della situazione deve essere fornito anche l'indice di contagio ed il numero dei guariti.

printDi :: 06 novembre 2020 18:07
Fiumicino, salgono i positivi, ristoratori: si dia il quadro reale dei contagi

(AGR) "Continua a crescere il numero dei contagi nel Comune di Fiumicino. Secondo i dati che mi ha da poco fornito la Asl Rm 3 oggi sono 199 le persone positive al coronavirus, tredici più di ieri". Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino. "Come ho già detto - spiega - questo trend in salita, in linea con quello nazionale, mi preoccupa. L'unico modo di invertire la rotta è mantenere altissima l'attenzione e attenersi alle indicazioni degli organi sanitari. Limitiamo gli spostamenti a quelli strettamente necessari, usiamo sempre le mascherine, anche all'aperto, manteniamo la distanza di almeno un metro tra le persone e igienizziamo le mani con frequenza".

"Oggi è entrato in vigore il nuovo DPCM del Presidente del Consiglio Conte - conclude Montino - che, tra le altre cose, impone il divieto di spostamenti tra le 22 e le 5 del mattino, l'obbligo delle mascherine per gli studenti che frequentano le scuole e la limitazione della capienza dei mezzi di trasporto al 50%. Invito tutti ad attenersi scrupolosamente alle nuove indicazioni".

All'allarme lanciato dal sindaco Montino i ristoratori del lungomare chiedono specificazioni. "Dal Comune arriva solo pubblicità negativa. Si dia quadro reale dei contagi. Sappiamo bene, - si legge sulla nota dell'Associazione - forse più di tutti, che convivere con il Virus significhi mettere davanti a tutto la salute. L’abbiamo fatto seguendo alla lettera, in maniera più che maniacale, le direttive contenute nei vari Dpcm.

Altrettanto bene sappiamo che vada tenuta la guarda alta, ma le comunicazioni che arrivano dagli enti istituzionali devono essere date con la giusta attenzione per evitare che una continua a martellante pubblicità negativa possa nuocere ulteriormente al settore della ristorazione. Il lock-down ancora non c’è ma la paura instillata nelle persone sta facendo anche peggio. Ecco perché chiediamo al Comune di Fiumicino che accanto ai quotidiani annunci del peggioramento dei casi venga fornito anche l’indice di contagio e il numero dei guariti.

Questo per dare all’esterno un quadro reale della situazione e non far passare il nostro territorio per una ‘zona rossa’. Gli oltre 180 casi, su una popolazione di oltre 85mila persone, sono un segnale che bisogna continuare a rispettare le regole. Cosa che noi facciamo. Ma anche che per fortuna Fiumicino, grazie alla grande intelligenza dei suoi cittadini e dei locali sta contenendo la diffusione di questo maledetto virus".

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE