SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Si addormenta sul treno, palpeggiata dal compagno di viaggio....denunciato

L’uomo, approfittando del fatto che la ragazza seduta vicino a lui si era addormentata nello scompartimento, ha tentato di palpeggiarla ed abbracciarla. La giovane svegliatasi spaventata è uscita urlando dalla cabina e lo ha denunciato alla Polfer

printDi :: 21 settembre 2020 15:14
Si addormenta sul treno, palpeggiata dal compagno di viaggio....denunciato

(AGR) Un 25enne italiano lo scorso 19 settembre è stato denunciato in stato di libertà per violenza sessuale dagli Agenti Polfer di Roma Termini durante un servizio di vigilanza a bordo di un treno notturno. L’uomo, approfittando del fatto che la ragazza seduta vicino a lui si era addormentata nello scompartimento, ha tentato di palpeggiarla ed abbracciarla. La giovane svegliatasi spaventata è uscita urlando dalla cabina e subito dopo ha informato gli agenti che stavano perlustrando il convoglio, i quali hanno immediatamente fermato l’uomo. Oltre diecimila sono state le persone identificate a bordo dei treni in servizio nel Lazio. Un controllo capillare che ha portato  a 3 arresti, 17 indagati grazie all’impegno di 460 le pattuglie in stazione, 137 pattuglie impiegate a bordo treno, 12 le contravvenzioni amministrative elevate, di cui 2 al regolamento di Polizia Ferroviaria. Questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nella settimana scorsa, in ambito regionale.

Particolare rilievo ha assunto infatti l’operazione “STAZIONI SICURE” iniziata il 17 settembre, promossa su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria ed incentrata sul rafforzamento delle attività di controllo straordinario del “ territorio ferroviario” nell’intera regione portando all’identificazione all'interno delel stazioni di 2.355 persone, 2 arresti, 2 indagati in stato di libertà e 4 sanzioni amministrative.

Il 14 settembre gli  agenti della polizia ferroviaria di Formia hanno controllato a bordo di un treno regionale un uomo di 38 anni che è risultato essere sottoposto alla detenzione domiciliare. Fermato è stato denunciato per evasione e riaccompagnato nella struttura dove stava espiando la pena.

Il 15 settembre un ragazzo 14enne è stato sorpreso a viaggiare su un treno notturno senza biglietto. Il personale Polfer di Roma Tiburtina, intervenuto su segnalazione del capotreno, ha accertato che il giovane aveva una segnalazione di scomparsa da una comunità alloggio per adolescenti. In accordo con il Tribunale dei Minorenni il ragazzo è stato accompagnato in un’idonea struttura.

A Roma Termini, il 17 settembre gli agenti Polfer  hanno arrestato due stranieri di 25 e 37 anni che all’ingresso della stazione hanno tentato di rubare un cellulare ad un turista filippino. I due borseggiatori, con numerosi precedenti per reati analoghi, si sono avvicinati alla vittima prescelta utilizzando la più diffusa tecnica predatoria: un complice urta la vittima per distrarla e l’altro le porta via l’oggetto  senza che lo stesso se ne renda conto.

Il 19 settembre una cittadina nigeriana di 47 anni è stata arrestata dagli agenti della Polizia Ferroviaria di Formia. I poliziotti hanno controllato a bordo di un treno regionale la donna che è risultata destinataria di una custodia cautelare in carcere per reati in materia di stupefacenti. Sempre il 19 settembre, nella stazione di Roma Termini gli Agenti della Polizia Ferroviaria hanno rintracciato una donna italiana che si era allontanata dalla propria abitazione. A denunciare la scomparsa è stato il marito che preoccupato delle condizioni della consorte ha chiesto aiuto alla Polizia ferroviaria di Roma Ostiense, che ha subito diramato le ricerche, permettendo il suo ritrovamento in tempi brevi.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE