SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Roma-Lido nuovo stop all'alba...e scoppia la rivolta dei pendolari, sabato 17 a Dragona assemblea pubblica

Treni a singhiozzo e guasti, la Roma-Lido è allo stremo. Assemblea pubblica sabato 17 dalle ore 9.30 alle ore 12.30 a Dragona, per dire basta alla grave situazione in cui si è costretti a viaggiare come pendolari di una delle peggiori ferrovie regionali

printDi :: 09 aprile 2021 15:59
Roma-Lido nuovo stop all'alba...e scoppia la rivolta dei pendolari, sabato 17 a Dragona assemblea pubblica

(AGR) Roma-Lido a singhiozzo. Nuovo stop, pare per l’ennesimo guasto alla linea aerea, alla Roma-Lido. “Anche oggi l'ennesimo disastro – si legge sulla pagina facebook del Comitato pendolari - servizio interrotto tra Lido centro e Magliana. Partecipiamo numerosi all'assemblea pubblica sabato 17/4 dalle ore 9.30 alle ore 12.30 a Dragona, per dire basta alla grave situazione in cui siamo costretti a viaggiare come pendolari di una delle peggiori ferrovie regionali affidate ad ATAC. Chiediamo fatti concreti: siamo stanchi dei soliti annunci di piani pluriennali di investimenti.” I pendolari chiamano tutti i cittadini alla mobilitazione. Dopo un flash-mob sotto la sede della Regione Lazio è il momento di contarsi, servono fatti concreti. Le promesse restano promesse ed il viaggio tra Roma ed Ostia è diventato sempre più una pericolosa avventura.

Tra i commenti a quanto accaduto registriamo anche la testimonianza-sfogo di una madre: “Scandaloso che mia figlia ad Acilia abbia chiesto informazioni sul percorso delle navette per Ostia, lei deve arrivare Stella polare, e gli autisti abbiano risposto...non lo so.....seguo quello davanti. Cose fuori dal mondo”

“Sulla ferrovia Roma Lido – ha scritto in una nota stampa Marco Possanzini, portavoce SI X Municipio - si è verificato nelle ultime ore l’ennesimo guasto della linea aerea. Fortunatamente, questa volta, non ci sono stati principi di incendio o rischi di folgorazione elettrica. La linea è stata sospesa dalle prime luci dell’alba fino al ripristino del servizio, seppur fortemente rallentato, nelle prime ore del pomeriggio.

In sostituzione ai convogli ferroviari – continua Possanzini - sono stati attivati i classici bus sostitutivi che, come da prassi, sono rimasti imprigionati nel traffico tentacolare che si è sviluppato sulle due grandi arterie di scorrimento del traffico che collegano il nostro Municipio X al resto della città di Roma: la Via del Mare e Via Cristoforo Colombo. Queste poche navette sostitutive messe a disposizione da ATAC, nonostante la fase pandemica che stiamo attraversando e quindi utilizzate da un ridotto numero di utenti rispetto alla norma, sono state prese d’assalto dai pendolari e riempite all’inverosimile, ben oltre ogni livello di guardia e di sicurezza.

In tutto questo nessuno ha sentito l’Assessore alla Mobilità Sostenibile Calabrese. Va chiarito, infatti, che fino a pochi mesi fa la competenza della ferrovia Roma Lido era di ATAC, quindi del Comune di Roma, in quanto ferrovia “concessa”. Questo aspetto va chiarito perché l’Assessore Capitolino alla Mobilità Sostenibile così come la Sindaca Raggi preferiscono, alla Ponzio Pilato, chiamare in causa la Regione Lazio che, da pochi mesi e dopo un iter troppo lungo, è l’Ente gestore di questa ferrovia. Questo modo di comportarsi è inaccettabile, è l'atteggiamento adottato per mettere le mani avanti lanciando così le responsabilità agli altri.

Intanto periodicamente si riempiono fino all’inverosimile i mezzi di fortuna sostitutivi ai convogli ferroviari, i lavoratori e i pendolari rischiano gravi incidenti e il servizio di trasporto su rotaia rischia la privatizzazione così come sta avvenendo per il trasporto pubblico su gomma. Per questo aderiremo e parteciperemo all’iniziativa convocata dal Comitato Pendolari della Roma Lido in programma per la prossima settimana presso il Parco Cittadino “Vittime del Femminicidio”. Il trasporto pubblico è un bene comune e tale deve rimanere.

Photo gallery

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE