SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Fiumicino,una via anagrafica per i senza fissa dimora

Petrillo (Presidente Commissione affari sociali): solo ora siamo riusciti finalmente a trovare una soluzione più agile con gli uffici, lasciando alla giunta l’approvazione direttamente delle linee guida per disciplinare concessione via anagrafica

printDi :: 11 giugno 2020 09:26
Fiumicino,una via anagrafica per i senza fissa dimora

(AGR) “Un sospiro di sollievo è l'approvazione in giunta comunale delle direttive da consegnare agli uffici per disciplinare la concessione della via anagrafica virtuale per i senza fissa dimora. E’ stato un lavoro duro e lungo fatto in anni di commissioni consiliari, nella passata consiliatura e nell'attuale”. Lo dichiara il capogruppo della Lista civica Zingaretti Angelo Petrillo.

“In questi anni purtroppo – spiega – abbiamo incontrato numeri ostacoli amministrativi e burocratici prima di arrivare alla definitiva attuazione di questo strumento prezioso. Solo in questa ultima fase siamo riusciti finalmente a trovare una soluzione più agile con gli uffici, lasciando alla giunta l’approvazione direttamente delle linee guida, senza ulteriori passaggi”.

“È stato uno degli argomenti a cui ho dato più peso nella passata consiliatura – prosegue Petrillo – nel ruolo di Presidente della Commissione preposta e sono contento che nell'attuale commissione ci sia stata la stessa forza e attenzione. Insieme a molti altri consiglieri abbiamo presentato numerose proposte ed analizzato diversi strumenti amministrativi simili presenti in altri Comuni Italiani”.

“È importante che abbiamo trovato una soluzione amministrativa in questa fase storica, l'emergenza porterà molte persone in povertà assoluta e sarà importante che chi ha anche problemi abitativi possa essere assistito non solo dal Comune, ma anche dall’offerta di servizi e sussidi della Regione o del Governo. Le politiche sociali verso il mondo di chi non ha fissa dimora logicamente non si dovranno concludere con un atto amministrativo, ma con un'azione nel tempo anche insieme alle associazioni di volontariato per avere una fotografia sempre aggiornata delle situazioni di povertà estrema di persone che non vivono in una abitazione”.

    

     

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE