SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Donna arrestata, in fila per entrare al supermercato, spacciava droga

In via Ignazio Persico l'hanno sorpresa gli agenti del Commissariato Colombo. A Primavalle finisce in manette per violenza in famiglia un albanese che aveva aggredito e picchiato la moglie

printDi :: 01 aprile 2020 12:43
soldi e materiale per lo spaccio

soldi e materiale per lo spaccio

(AGR) Era in fila a fare la spesa e nel frattempo spacciava droga. E’ accaduto in via Ignazio Persico dove agenti in borghese si erano mischiati alla gente in coda dinanzi ad un supermercato, in modo da monitorare la zona circostante e verificare la eventuale presenza di spacciatori in zona. Su di una panchina, a pochi metri dalla lunga fila, avveniva uno scambio “sospetto” tra una donna in fila ed un giovane che poi si allontanava rapidamente. I poliziotti del commissariato Colombo, diretto da Isea Ambroselli, bloccavano la donna che perquisita, è stata trovata in possesso di denaro contante,  alcune dosi di hashish e di un coltellino a serramanico intriso della stessa sostanza stupefacente che è stata poi sequestrata. La 45enne è stata arrestata per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. In manette per violenza in famiglia anche un 40enne albanese T.J. a Primavalle. Il  reparto volanti, diretto da Giuseppe Sangiovanni, lo ha bloccatoi in via Michele Bonelli, dove i poliziotti erano intervenuti per una segnalazione di lite in famiglia.

Arrivati sul posto gli agenti, nell’androne del palazzo, sono stati avvicinati da una donna in stato di agitazione perché picchiata dal marito ubriaco. La vittima ha raccontato che l’uomo, appena sveglio, ha iniziato a bere alcolici iniziando ad insultarla e ad accusarla di averlo tradito e che lei ha cercato di fuggire ma è stata bloccata dal marito che l’ha colpita al volto, e solo dopo essere riuscita a divincolarsi ha chiamato il 112.

Gli investigatori, entrati nell’appartamento, hanno trovato T.J. sdraiato sul letto, ubriaco e in stato confusionale che ammetteva di aver aggredito la moglie e si consegnava agli agenti. La donna è stata trasportata in codice rosso in ospedale dove è stata refertata con una prognosi di 6 giorni. Alla fine degli accertamenti T.J. è stato accompagnato presso gli uffici di Polizia dove è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia  e successivamente condotto presso il carcere di Regina Coeli.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE