SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Colli Portuensi. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, minaccia gli agenti della Polizia di Stato

printDi :: 08 maggio 2020 15:28
Colli Portuensi. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, minaccia gli agenti della Polizia di Stato

(AGR) Roma, Insospettiti dall’atteggiamento di una giovane ragazza, seduta all’interno di un’autovettura in via della Pisana, gli investigatori della Polizia di Stato del commissariato Borgo, diretto da Moreno Fernandez, hanno deciso di procedere ad un controllo. Durante le fasi dell’identificazione, i poliziotti hanno notato un giovane che, proveniente da via dei Sorbolonghi, ha scambiato alcune parole con la ragazza per poi allontanarsi velocemente quando si è reso conto della presenza dei polizotti in abiti civili.

Seguito a distanza dai poliziotti, il ragazzo è stato raggiunto poco dopo in via della Pisana.

Identificato per M.R., romano di 24 anni, con precedenti di polizia, da subito si è mostrato particolarmente agitato e insofferente  al controllo e, alla richiesta dei documenti, il giovane ha iniziato a dare in escandescenza, minacciando i poliziotti.

Durante la perquisizione, il ragazzo è stato trovato in possesso di 2 panetti di hashish per un peso di 200 grammi circa occultati all’interno degli slip mentre  nel portafoglio sono stati sequestrati 400 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività illecita.

Malgrado la reticenza del giovane, gli investigatori sono risaliti al suo domicilio in zona Colli Portuensi, dove,  all’interno di una cassaforte, sono stati rinvenuti circa 32 grammi di marijuana e 120 euro in contanti mentre sul tavolo della cucina sono stati sequestrati due bilancini di precisione. Sequestrato anche il telefono cellulare del ragazzo.

All’atto dell’arresto, il 24enne, ha continuato a minacciare i poliziotti dicendogli  che gliel’avrebbe fatta pagare,  ha millantato di conoscere un noto avvocato e si è scagliato  contro di loro colpendoli con svariati calci.

Accompagnato in ospedale su richiesta dello stesso, i sanitari, dopo averlo visitato, lo hanno refertato con una diagnosi di “abuso di cannabis” e con prognosi di 0 giorni.

Arrestato, il giovane dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti oltre che di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE