SEI GIA' REGISTRATO? EFFETTUA ADESSO IL LOGIN.



ricordami per 365 giorni

HAI DIMENTICATO LA PASSWORD? CLICCA QUI

NON SEI ANCORA REGISTRATO ? CLICCA QUI E REGISTRATI !

Ostia, da primo luglio scatta la chiusura del lungomare

La corsia lato mare dalla Vittorio Emanuele sino alla Colombo sarà pedonalizzata e riservata alle bici. Sull'altra corsia traffico nei due sensi.Di Pillo:un ampliamento dell'offerta mare. Gastaldi ( Roma produttiva litorale):colpo di grazia per le imprese

printDi :: 08 giugno 2020 17:59
ostia dall'alto

ostia dall'alto

(AGR) Il primo luglio è la data scelta per l’ultimo atto del piano estate: la temuta chiusura di una corsia del lungomare di Ostia dalla Vittorio Emanuele sino alla rotonda della Cristoforo Colombo. Nel piano annunciato dalla sindaca Virginia Raggi la corsia lato mare veniva  pedonalizzata e riservata alle biciclette, mentre il traffico sarà dirottato nei due sensi sull’altra corsia, tagliando di colpo almeno 3 mila posti auto. La presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo, rispondendo ad una question time di Monica Picca (Lega-Salvini) la quale ha più volte espresso la propria contrarietà alla realizzazione del progetto, ha chiarito il disegno dell’amministrazione: “Fa parte del piano strategico per l’estate. – ha ricordato la Di Pillo – E’ stato concepito come un ampliamento dell’offerta mare per i romani che scelgono di venire ad Ostia e sul litorale romano. Quest’anno, per il distanziamento sociale sulle spiagge è verosimile che molti romani non riusciranno a trovare posto in spiaggia ma potranno, invece, trovare un lungomare pedonalizzato e pronto ad accoglierli per passare, comunque, una giornata al mare. I parcheggi andati perduti saranno recuperati sulle strade interne, inoltre ci sono due grandi aree a disposizione ai lati della Colombo, l’ex-parcheggio dello stabilimento dell’Esercito”. 

L’ipotesi della chiusura del lungomare fa venire i brividi agli esercenti del centro storico. L’esperimento di chiusura del lungomare venne già adottato con la presidenza Tassone, ma i risultati furono deludenti, impossibile parcheggiare nei pressi delle aree centrali del quartiere, caos in entrata ed in uscita da Ostia. “Domenica era una giornata di festa e l’affluenza non era nemmeno al top – ha detto Giorgio Gastaldi, referente del litorale romano dell’ Associazione Roma produttiva del litorale – Il lungomare era tutto bloccato.

Il lungomare è un’arteria di scorrimento per l’accesso e l’uscita da Ostia, pensare di trasferire i flussi di traffico sulle strade interne (corso Duca di Genova, via Vasco de Gama, via Paolo Orlando, via Pietro Rosa, viale Vega, via delle Quinqueremi) significa di fatto andare ad intasare il traffico anche nelle direttrici interne. L’isola pedonale così concepita potrebbe trasformarsi nel “secondo funerale del commercio”, così com’è stato anni fa, con il blocco del traffico voluto dalla Giunta Tassone. Dopo il covid-19 potrebbe essere il colpo di grazia per le imprese. Parcheggiare a due-tre chilometri di distanza significa inevitabilmente perdere della clientela. Peccato, perché con la possibilità di occupare più suolo pubblico si poteva recuperare un po’ di terreno perso”.

Photo gallery

piazza anco marzio
piazza anco marzio

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE