Fiumicino, un'azienda agricola dovrà pagare 2,5 milioni di ICI

AGR Donate 

AGR

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
Il Tour di 'Non Fare della Tua Vita un Gioco' fa tappa in Ancona
X Municipio, in funzione il Tritovagliatore
Ostia, torna a splendere la Rotonda
Panda Raid 2019, dopo 11 anni per la prima volta un Team Italiano sul Podio
Panda Raid 2019, iniziata l'avventura per la Panda romana del Team XXX Zero
Ostia: incendio Pineta di Castel Fusano, Acilia: in fiamme gli argini del Tevere
Ostia, le ruspe aprono la strada...ad un nuovo lungomare
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
Acilia Nord, i cittadini denunciano lo stato di abbandono del quartiere
Municipio X rivoluzione in arrivo nella raccolta differenziata
AGR Partner

Aruba.it Business Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili

intopic
Regione: Lazio    Sezione: AGR - Economia10/10/2018 4:20:00 PM

Fiumicino, un'azienda agricola dovrà pagare 2,5 milioni di ICI

La Commissione Tributaria della Regione ha dato ragione al comune che dopo unannoso contenzioso dovrà incassare una cifra consistente



(AGR) La Commissione Tributaria della Regione, con una sentenza di secondo grado, ha dato ragione al Comune di Fiumicino in un contenzioso con l'Agricola FCO s.r.l che andava avanti ormai da alcuni anni. Il collegio giudicante ha stabilito che l'azienda dovrà versare all'amministrazione circa 2.5 milioni di euro (2.528.402 euro) corrispondenti all'ICI (ora divenuta IMU) dovuta per i terreni di sua proprietà situati nel quadrante ovest del territorio comunale.

 

I giudici scrivono che l'appello del Comune è fondato e va accolto. "Nella disciplina I.C.I le agevolazioni previste dall'art.9 D. lgs. n. 504/1992 - si legge nella sentenza - sono riservate ai coltivatori diretti ed imprenditori agricoli persone fisiche iscritte alla rispettiva previdenza agricola, mentre l'imprenditore agricolo organizzato in forma societaria (...) deve dedicare alle attività agricole (...) almeno il 50 per cento del proprio tempo di lavoro complessivo e ricavare dalle attività medesime almeno il 50 per cento del proprio reddito globale da lavoro". "Tali requisiti - continua il collegio giudicante - per la società devono essere contemporaneamente posseduti per potere usufruire delle agevolazioni ai fini I.C.I". Dai bilanci presentati dalla Agricola FCO, però, è emerso che "la società non ha i requisiti del lavoro e dei ricavi".

"Siamo davanti ad una sentenza di secondo grado che, quindi, è nella sostanza esecutiva - commenta il sindaco Esterino Montino -. Per quanto ci riguarda, continueremo a recuperare i tributi previsti e dovuti al Comune, in particolare dai grandi gruppi economici presenti sul territorio. Così è stato con ADR e con il consorzio di Parco Leonardo. Così è anche in questa circostanza e così sarà per i prossimi cinque anni di amministrazione".



Autore: AGR - Redazione - E. BIANCIARDI

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR 

L'Informazione che rompe il silenzio

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

 AGR

L'informazione che rompe il silenzio