AGR on Line

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
Acilia Nord, i cittadini denunciano lo stato di abbandono del quartiere
Municipio X rivoluzione in arrivo nella raccolta differenziata
Panda Raid 2018 - Da Madrid a Marrakkech con una vecchia Panda del Nonno
Panda Raid 2018 - 400 Panda 4x4 nel deserto del Sahara
GREATPIXEL disegna la App per lo store KIKO più grande (e più tecnologico) al mondo
Tragico incidente sulla Majella. Soccorso Alpino impegnato anche sul Gran Sasso
Don luigi Ciotti - Presidente di Libera -Ci vuole una presenza comune, serve il 'noi'
X Municipio, Forza Italia avanza
X Municipio, sfida tra due donne per la presidenza
AGR Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili
 

Regione: Lazio    Sezione: AGR - Politica14/09/2018 16.35.00

Ostia, manifesto contro l'Anpi ancora in mostra

Denuncia di SI: Nonostante gli impegni della maggioranza, nessuno ha rimosso il manifesto affisso alla stazione Lido Nord



(AGR) "Nonostante le promesse e le rassicurazioni pentastellate, il manifesto affisso abusivamente da CasaPound contro l'ANPI è ancora presente sul muro perimetrale della Stazione di Lido Nord. - denuncia in una nota SI - Più di due settimane fa durante una seduta ordinaria del Consiglio Municipale abbiamo appreso dalla maggioranza 5 stelle che, proprio per rimuovere questo manifesto, si era rivolta ai PICS e cioè al Nucleo Decoro Urbano della Polizia Municipale di Roma.

Purtroppo, a seguito dell'esposto presentato da Sinistra Italiana del Municipio X di Roma Capitale, abbiamo appreso che dal mese di Aprile il servizio di rimozioni scritte e manifesti abusivi, effettuato dall'AMA Decoro e coordinato da personale appartenente alla sezione dedicata a questo servizio, è stato sospeso. E' legittimo domandarsi, vista la ufficialità delle risposte ottenute, a chi si è rivolta la maggioranza pentastellata per chiedere la rimozione del manifesto abusivo affisso da CasaPound e che risposta hanno ottenuto. Al netto di questo "scivolone" che la dice lunga su come questa Amministrazione tenti di navigare a vista prendendo tempo su tutto, ciò che risulta essere ancora più grave è che il menifesto abusivo è ancora affisso e non sappiano chi si occuperà della rimozione ma soprattutto quando.

Abbiamo chiesto formalmente spiegazioni - continua la nota di Sinistra Italiana -  alla Presidente Di Pillo la quale, a conferma del comportamento adottato nei confronti di tante altre nostre legittime istanze ufficiali, non ha risposto. Silenzio. Siamo abituati al silenzio dell'Amministrazione ma ciò che non possiamo accettare è la presa in giro, soprattutto dopo gli impegni presi in aula. Riteniamo inoltre che la Presidente Di Pillo ha il dovere di prendere parola su questo argomento e condannare con fermezza non solo l'affissione abusiva ma anche l'attacco ai valori costituzionali fondativi della nostra Repubblica.

Ricordiamo alla Presidente che il 24 Marzo scorso ha partecipato, come è giusto e doveroso che sia, alla commemorazione dell’eccidio delle Fosse Ardeatine e questo suo silenzio relativamente alla mancata rimozione di quel manifesto contro l'ANPI, che ricordiamo essere un "ente morale" che ha tra i suoi obbiettivi primari la difesa della memoria storica così come della Costituzione Repubblicana nata dalla lotta al nazifascismo e non un'associazione di mera rappresentanza come qualcuno cerca di definirla, è grave quanto incomprensibile. Le Istituzioni hanno il dovere di rimuovere quel manifesto il prima possibile, la Presidente Di Pillo non può rimanere in silenzio davanti a questo attacco contro i valori fondativi del nostro paese, non può chiudere gli occhi davanti a questi rigurgiti di neofascismo che minano le fondamenta della nostra Repubblica.

Non ci sono scusanti,  - conclude SI - chi tace oggi, magari per non turbare il clima politico nazionale, è complice. Per fugare ogni dubbio e non essere accusati di promuovere illazioni e quant'altro, chiediamo di andare oltre le parole, chiediamo un atto di coraggio: Si pubblichino i documenti ufficiali promossi dai singoli Consiglieri o dalla Giunta Di Pillo, al fine di rimuovere il manifesto abusivo affisso da CasaPound contro l'ANPI".

 



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live