AGR on Line

Agenzia di Stampa


AGR Video on Line
Acilia Nord, un quartiere dimenticato!!!
Acilia Nord, i cittadini denunciano lo stato di abbandono del quartiere
Municipio X rivoluzione in arrivo nella raccolta differenziata
Panda Raid 2018 - Da Madrid a Marrakkech con una vecchia Panda del Nonno
Panda Raid 2018 - 400 Panda 4x4 nel deserto del Sahara
GREATPIXEL disegna la App per lo store KIKO più grande (e più tecnologico) al mondo
Tragico incidente sulla Majella. Soccorso Alpino impegnato anche sul Gran Sasso
Don luigi Ciotti - Presidente di Libera -Ci vuole una presenza comune, serve il 'noi'
X Municipio, Forza Italia avanza
X Municipio, sfida tra due donne per la presidenza
AGR Partner

  

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI



 

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

Area Riservata
Login:
Password:
Notizie
Notizie Regionali
Link Utili
 

intopic
Regione: Lazio    Sezione: AGR - Politica09/08/2018 18.18.00

Ostia, la Di Pillo ritira lo spot incriminato ma non si scusa

Il presidente del X Municipio fa un passo indietro: non volevamo ledere l'immagine del territorio



(AGR) Il X Municipio fa marcia indietro e ritira lo spot incriminato che, tra l’altro…non era piaciuto nemmeno alla sindaca Raggi.  “Abbiamo provveduto già da questa mattina a ritirare lo spot radiofonico sugli eventi estivi,  trasmesso sulla metropolitana di Roma. – ha detto la presidente Giuliana Di Pillo, intervenendo al consiglio - Non era nelle nostre intenzioni ledere l’immagine del nostro territorio, in quanto è sotto gli occhi di tutti l’impegno di questa amministrazione nel rivalutarlo.

Abbiamo sempre condannato qualsiasi forma di violenza, come del resto abbiamo espresso solidarietà e vicinanza al giornalista di Nemo, Daniele Piervincenzi per il vile gesto di cui è stato vittima, solidarietà e vicinanza che oggi come amministrazione riconfermiamo.

Abbiamo a cuore questo territorio e lo dimostriamo giorno per giorno e ci stupisce l’indignazione di quella politica che solleva proteste cavalcando strumentalmente lo spot radiofonico sugli eventi estivi, quando proprio quel tipo di gestione amministrativa negli anni ha portato al Commissariamento del municipio. Facile oggi sedersi in cattedra a dare consigli dopo aver dato il cattivo esempio”.

Come al solito, dunque, la “colpa” è degli altri rei di criticare lo spot che in buona fede, probabilmente, era piaciuto solo ai grillini. L’abitudine di dare la colpa a quanti c’erano ieri, dimenticando quanto è accaduto e quello che è stato fatto ….o non fatto negli ultimi anni appare come un atteggiamento puerile, presentarsi alle elezioni significa implicitamente “accettare” quanto in precedenza è stato fatto, se nel disbrigo dell’amministrazione quotidiana emergono reati commessi dai precedenti amministratori questi vanno denunciati, ma ripetere il ritornello attuale addebitando responsabilità non dimostrate è indice di debolezza. Non ci conforta la notizia che lo spot sia costato 700 euro, somma utilizzata per l'affitto della sala di registrazione.La presidente Di Pillo dovrebbe scusarsi, in fondo si può sbagliare, però, l’importante e la virtù dei forti, è ammettere i propri errori ed evitare di ripetersi.

"Bene ha fatto la Presidente del Municipio X Di Pillo a ritirare lo spot vergognoso con l'ammiccamento alla capocciata di Spada, che tante critiche ha giustamente sollevato. Ma oggi in Consiglio ci saremmo aspettati le scuse a tutta la cittadinanza indignata, che ieri lei stessa aveva definito poco intelligente e poco onesta per non aver colto la loro geniale ironia. E invece la Presidente ha rivendicato addirittura la buona idea, dicendo che lo ritirano solo per non far soffrire qualcuno. Ecco, ora che lo spot non c'è più resta il fatto che non capiscano neanche la gravità di quello che fanno, resta la loro mediocrità e resta l'arroganza che gli impedisce di chiedere scusa". Lo ha dichiarato Andrea Bozzi, capogruppo delle liste civiche autonomiste "Ora" e "Un Sogno Comune".

“La Giunta Di Pillo – afferma Marco Possanzini - ha ritirato lo spot con la testata dell'esponente della famiglia Spada. Una vicenda penosa, sintesi di un'Amministrazione altrettanto penosa, forte con i deboli ma debolissima con i forti. Basta pensare che il lungomuro gode ancora di ottima salute così come gli abusi fatti nelle concessioni balneari per non parlare delle spiagge libere, specialmente quelle di levante, lasciate nell'abbandono. Non può essere questa la cassetta degli attrezzi per sconfiggere gli abusi e le illegalità nel Municipio. La campagna elettorale è finita da un pezzo ma il M5S sembra non essersene accorto. Con gli spot, le passerelle davanti ai giornalisti e i fiumi di dichiarazioni vuote che dicono tutto senza dire nulla, non si governa il territorio e soprattutto non si sconfigge il malaffare e le male gestioni. Sono mesi che aspettiamo il ritorno della legalità sul mare di Roma”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR TV la Tv a portata di Click

AGRTV Live

 

"Partecipa anche tu, con un piccolo contributo,

affinchè l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti"